Eco-friendly

Le mosse eco-friendly per un approccio amico del pianeta

Come ho già detto in diversi articoli, non sono perfetto . E non lo sarò mai. Quando si parla di rifiuti zero , sono ancora all’inizio di questo viaggio. Non voglio che tu pensi che non commetto errori o che non uso imballaggi o prodotti di plastica, perché non è vero. Ogni giorno imparo dai miei errori, cerco alternative possibili e disponibili, faccio piccoli passi. Mi piace raccogliere ispirazione su come migliorare costantemente e condivido le mie conoscenze con voi proprio qui. Questo è il motivo per cui oggi ho preparato un articolo per te, in cui condividerò con te sei dei miei prodotti a rifiuti zero preferiti , insieme a una descrizione del motivo per cui mi sono innamorato di loro e perché te li consiglio vivamente.

Borraccia in acciaio inossidabile

Ne ho comprata una circa due anni fa. Quando l’ho visto in un negozio ha subito catturato la mia attenzione con il suo design semplice e le dimensioni ideali. E da allora l’ho portato ovunque io vada! Si adatta perfettamente al mio zaino, è leggero e poiché è realizzato in acciaio inossidabile, non si rompe o si danneggia in altro modo e mantiene più a lungo la temperatura della bevanda, quindi l’acqua rimane fredda durante l’estate e al contrario, posso godermi il tè caldo in inverno per qualche ora in più. È vero che le bottiglie in acciaio inossidabile tendono ad essere un po’ più costose, soprattutto se paragonate a un’alternativa in plastica, ma è un acquisto che sicuramente ripaga .

Contenitore per compost

In tutta la mia città, accanto ai contenitori per rifiuti urbani e contenitori per plastica, vetro o carta, ci sono anche contenitori marroni per rifiuti organici – e questo dovrebbe essere il caso in ogni città. Possiamo gettare foglie o rami di alberi in essi, così come gli avanzi della cucina. E quando ho scoperto dei bellissimi contenitore per il compost e non ho esitato un attimo a comprarlo. Tengo il mio compost in frigorifero perché non voglio che marcisca e puzzi – e il contenitore ha le dimensioni perfette, ha un bel design, una pratica maniglia e nel coperchio ha un filtro a carbone che previene gli odori indesiderati.

Spazzola per piatti e pulizia

Puoi procurarti questi pennelli nella maggior parte dei negozi senza pacchetti o nei negozi di farmaci ecologici. Costa circa un euro e sono disponibili due tipi: più morbido e più ruvido. Abbiamo iniziato a usarli quando vivevo ; e da allora non ho usato nient’altro per lavare i piatti e pulire . Le setole mantengono la loro forma per molto tempo, puliscono tutto lo sporco e la spazzola non puzza come le spugne di plastica per i piatti. Puoi usarli così o con un pratico manico, grazie al quale puoi arrivare sul fondo delle tazze e in tutti gli angoli della stanza.

Piccoli contenitori

Non sapevo nemmeno che esistesse qualcosa del genere, prima di trovarli online. Sono piccoli contenitori in cui puoi mettere qualsiasi cosa. Sono realizzati in alluminio, il che li rende super leggeri , hanno un coperchio che sigilla molto bene e non perde liquidi, e sono abbastanza piccoli da non occupare spazio, ma comunque abbastanza grandi da contenere una discreta quantità di prodotti. Li uso per conservare l’olio che uso per struccare gli occhi, per i cosmetici, ma anche quando viaggio e non voglio che piccole cose come orecchini o collane si perdano nella mia valigia.

Spazzola per capelli in legno

Se devo ammettere, non mi sono pettinata per niente qualche anno fa. I miei capelli sono naturalmente ricci e pettinarli sconvolge solo la struttura dei ricci (quindi i miei capelli sembrano anche peggio di prima), quindi l’ho evitato del tutto per molto tempo. Fino a quando non ho provato la spazzola di legno. Questo è piuttosto piccolo, il che mi sta meglio, perché sta in un cassetto e in una valigia. E il vantaggio di una spazzola di legno è che il legno può assorbire il grasso dai capelli, il che aiuta anche a prolungare l’intervallo tra i lavaggi.

Spazzolino da denti in bambù

Non ricordo nemmeno l’ultima volta che ho usato uno spazzolino da denti di plastica. È stata una delle prime alternative a rifiuti zero che ho provato; e se non ne hai ancora uno, te lo consiglio solo. Soprattutto il marchio: la sua forma si adatta alla mano, ha setole morbide che durano a lungo ed è disponibile in diverse alternative di colore. E quando è finito di essere utilizzato per pulire fessure e altri punti difficili da raggiungere, puoi compostare il corpo della spazzola.
Quali sono i tuoi prodotti a rifiuti zero preferiti?

No Comments

    Leave a Reply